Il carrello motorizzato

Quando intrapresi l’avventura dei time lapse sapevo che una delle prime necessità era avere nelle mie attrezzature un carrello motorizzato o come viene chiamato in gergo tecnico “dolly”, è di fondamentale importanza averne uno, esso ti permette di dare dinamicità a qualsiasi scena con il suo movimento orizzontale o inclinato.
Ma il problema era quello di procurarne uno con le caratteristiche apposite per creare time lapse, serve un carrello che abbia una slitta con una lunghezza di almeno un metro e una centralina in grado di far compiere l’intero spostamento ad un tempo variabile e in più deve avere la possibilità mediante un cavetto di auto scatto di far scattare la fotocamera ad intervalli prestabiliti. Sono caratteristiche che deve avere assolutamente e in commercio ne esistono pochissimi modelli che all’apparenza sembrano affidabili ma il problema costo non è di poco conto, il loro prezzo è ancora alle stelle, di modelli economici ve ne sono ma non mi sembrano affidabili. E devo dire che a distanza di 4 anni la situazione sul mercato non è cambiata ed è rimasta pressoché immutata forse perché questi carrelli sono troppo di nicchia, questo tipo di prodotto non è destinato ai grandi numeri.

Per fortuna ai tempi e parliamo di cinque anni fa conoscevo Filippo Marcodini, che oltre agli studi specifici in robotica era anche una specie di cervellone emergente in elettronica e meccanica, gli sottoposi il problema e nel giro di qualche mese mi propose quello che sarebbe stato il mio compagno di viaggio nei prossimi anni a venire (e lo è tuttora) nelle escursioni paesaggistiche. Un carrello motorizzato con i contro coglioni, certo è auto costruito e si vede ma non ha nulla da invidiare a quelli in vendita con le cifre a tre zeri e in più con il tempo è stato personalizzato nelle funzioni secondo le mie esigenze specifiche.
Come si può ben vedere nelle foto la lunghezza è di 1 metro preciso, il suo sistema di scorrimento poggia su due tondini su cui il carrello scorre mediante quattro cuscinetti in teflon ad alta precisione, il movimento è generato da un piccolo motore e avviene tramite una cinghia dentata. Questo sistema è precisissimo e cosa importante è esente da qualsiasi vibrazione che è la cosa principale, dopo cinque anni e qualche migliaio di operazioni è come se fosse come nuovo, posso dire che è affidabilissimo mai avuto un problema, le uniche volte che ne ho avuti è perché io scivolando in qualche zona impervia cadendo ho rotto i supporti di plastica, ma grazie ai progetti iniziali, i disegni, le istruzioni per stamparne altri in 3D ci sono sempre e così sostituirli è un gioco.

Il cuore di tutto è la centralina sopra, è un po grezza ma non importa, si basa su elettronica Arduino ed è auto costruita secondo le mie specifiche e modificata nel tempo grazie sempre a Pippo non ha buttato via nulla del progetto originale.
Alimentata mediante batterie Lipo da 7,4 volt e 2200 mAh facilmente reperibili perché sono le classiche batterie che vengono impiegate in aereo modellismo, all’accensione ho tre modi di selezione TL time lapse, VL video lapse, NT night lapse. Tutte le varie selezioni si impostano con il pomello a destra mentre per confermare le scelte si preme sempre il pulsante rosso.
TL in questa modalità il carrello scorre, si ferma per due secondi fa scattare mediante il cavo la fotocamera e dopo circa un secondo riparte, (queste pause prima e dopo lo scatto sono state inserite per annullare eventuali vibrazioni della fotocamera nello spostamento). Nella modalità TL esistono 3 sotto menù: 35 minuti, 2 ore, 3 ore, questi non sono altro che il tempo che impiegherà il carrello a completare il percorso dall’inizio alla fine della guida. 35 minuti è la modalità che uso più spesso, abbinata al 14 mm di obiettivo che uso va più che bene, in origine non era 35 minuti ma 1 ora, era troppo tempo, con l’esperienza abbiamo modificato questo tempo ottenendo ottimi risultati e riducendo le attese che la ripresa comporta.
Il 2 o 3 ore invece li impiego quando devo riprendere albe o tramonti e ho bisogno un lasso di tempo più ampio ed essere sicuro che nella scena finale ci saranno tutte le varie situazioni di luce prima e dopo.
La modalità VL è a scorrimento continuo, se impiego questa modalità devo attivare l’intervallometro della fotocamera in quanto non sarà la centralina a far scattare la macchina di ripresa, questa modalità a diversi tempi selezionabili, quando lo uso impiego sempre 35m minuti e imposto l’intervallometro della fotocamera a 5 secondi.
Infine la modalità NL, è nata per tempi lunghi di esposizione (night lapse) quando ad esempio devo riprendere la via lattea, in principio è simile alla modalità TL ma con tempi che variano da 10 a 20 secondi di scatto, questa modalità a dire il vero non la impiego quasi mai essendo comunque le stelle un soggetto dinamico di suo.

Nella immagine sopra si vedono bene tutti gli elementi fondamentali che compongono il mio carrello motorizzato, la cinghia dentata, la centralina, il cavetto di scatto, il carrello vero e proprio dotato di testa regolabile su cui monto la fotocamera.
Il tutto viene montato su due cavalletti e dove posso sistemarla a mio piacimento, quasi sempre a livello ma in alcuni casi anche inclinata e di parecchi gradi, il motore tiene bene essendo stato impiegato un modello sovra dimensionato per questo scopo. Certo che non è candidato per vincere un premio come migliore design e non è il massimo dell’estetica, MA LO E’ COME FUNZIONALITA’, PRECISIONE E AFFIDABILITA’. Dopo 5 anni tante modifiche per togliere peso sostituendo parti in ferro con parti in alluminio e tante sostituzioni dovute a rotture che io procurato funziona perfettamente, il sistema tiene bene le basse temperature avendolo impiegato in riprese dove eravamo parecchi gradi sotto lo zero, il peso forse è di poco sopra la norma dei carrelli blasonati ma ci sta anche questo, con il tempo ho trovato anche uno zaino adatto a trasportare carrello e cavalletti e va bene cosi. Per chi volesse ulteriori dettagli mi contatti.

Prev Punti panoramici sul lago d''Orta
Next Monte Todano
You can enable/disable right clicking from Theme Options and customize this message too.