cometaIn questi giorni è di grande attualità, è uno dei fenomeni naturali più spettacolari, stiamo parlando di Neowise la cometa che infiamma le notti di giugno e luglio.
Dopo essermi documentato sul web da giorni mi stavo scervellando non come fotografarla, ma dove, mi serviva un luogo dove avrei potuto contestualizzarla al meglio e naturalmente nel Verbano Cusio Ossola. Ma le incognite erano troppe, in primis la sua visibilità che la dava molto bassa sull’orizzonte, la seconda più importante era che sarebbe stata un’altra delusione come le precedenti.

Dopo aver vagliato nella mente i luoghi papabili la scelta ricadeva ad Ompio, da qui puntando in direzione nord-est se sono fortunato me la ritrovo sulla val Pogallo.
Così una domenica mattina alle 03.00 in punto raggiungo l’alpe Ompio e tutto e poi andato come previsto, anzi meglio, il è cielo limpido e la cometa in tutto il suo splendore si mostra sopra il monte Zeda, la vetta più alta del Parco Valgrande.
La cometa mentre la fotografi e la osservi ti da un misto di emozioni, sto immortalando un’evento quasi irreale, però è li e la vedi in tutto il suo splendore e la prossima volta che ritornerà ci sarà ancora la terra?
Ciao Neowise ci vediamo tra 6.000 anni.
In sequenza due foto e (ovviamente) un breve timelapse, tutto realizzato ai primi di luglio.

Nella prima foto si vede Cicogna, la val Pogallo e le creste dello Zeda e della Marona

Nella seconda foto la cometa sul gruppo Zeda marona

Il breve filmato dove si nota la parabola della cometa

Avvertenze

Tutte le immagini ed i contenuti presenti in questo sito web sono soggetti a copyright ed il loro utilizzo o divulgazione (anche parziale) è vietato nonché sanzionabile.
Sono autorizzate le condivisioni sui social network se effettuate con gli strumenti appositamente previsti per tale scopo nel mio sito web.

News Letter